Author Archives

Gabriele Santoro

Nuovo tango a Parigi

Il tango è uno dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità riconosciuti dall’Unesco, erroneamente considerato argentino. Prima precisazione, sarebbe (è) platense, cioè condiviso tra argentini e uruguaiani. Seconda, nasce dalla fusione di diversissime tradizioni e ritmi: Sud America, Africa, Europa, Caraibi. Terza, le versioni che conosciamo ora di questa danza sono state filtrate dai salotti buoni del Vecchio Continente – Parigi su tutti…

It was a dark and stormy night. And it brought counsel

The night always had a double significance. It was feared, because of the dangers that can hide in the darkness; but also expected to rest and refresh the body and the spirit and being inspiring. Despite the similarity between sleep and death, that was the right time to forget troubles and worries of the day. We also say that night brings counsel, scientific studies confirm popular wisdom…

A smile is universal communication. But not that much

In 2015, a group of researchers of the University of Wisconsin-Madison formulated their own theory on why, somewhere, people are more inclined to smile. The answer is to be found in immigration and multiculturalism. The United States and Canada have a diverse population, composed by 83 and 63 different national or ethnic groups each. Non verbal communication played a central role in socializing and building trustful relationships among communities. This is not needed in more uniform countries…

Tips hide a wage problem

tips jar

Tips are a cultural habit, or so we are told. They are mandatory and conspicuous in the United States, offensive in Japan, a half way in Europe, where they are well accepted but waiters don’t rely on them. Actually, the difference is not only about traditions, it’s mostly contractual…

Kissinger, diplomazia e sport: dal ping pong a USA ’94

kissinger diplomazia sport

Dalla famosa “diplomazia del ping pong” all’essere sponsor dei mondiali di calcio USA ’94, Henry Kissinger capì più di altri il potenziale dello sport nell’alterare gli equilibri internazionali. Se il primo evento cambiò i rapporti politici tra Stati Uniti e Cina, il secondo ha segnato uno spartiacque tra vecchia e nuova concezione dei mondiali. Nuova, non migliore…

Santa Muerte, a misinterpreted icon

Hood and crown, sickle in one hand and a globe in the other one – or an hourglass as variant. And an infinity of tunics of different shapes and colors above all. Santa Muerte, half Virgin Mary half grim reaper, half Christian and half heathen: she recently became an icon, famous all over the world, because of the erroneous association with Mexican narcos. Her worshippers swing between 5 and 10 millions, there are 1500 altars only in Mexico City and this cult has deep historic and socio-cultural roots…

Against all odds

Football (or soccer for those who live in the U.S.) is loved and treated like a religion by many fans because is not an exact science. So, even if it’s not likely, sometimes happens that the underdog takes the trophy home, against all odds. There are many Cinderella stories, like Denmark 1992, Greece 2004, Iraq 2007…

La figura del barbiere e la sua centralità nella Storia

Oltre alla cura dello stile, la figura del barbiere – rivalutata dalla moda hipster degli ultimi anni – si è storicamente occupata di tanti altri aspetti che apparentemente hanno poco a che fare con forbici, rasoi e schiuma da barba. Nell’antico Egitto assumeva un ruolo paragonabile al sacerdote, nell’antica Grecia la bottega da barbiere era luogo di discussioni anche politiche e filosofiche. Nel medioevo il barbiere assume compiti da dentista e chirurgo (principalmente salassi) dopo che al clero viene vietato di praticare qualsiasi forma di medicina…

In barba alle mode

La barba, pur non avendo un’utilità fondamentale per la sopravvivenza della specie, trascende la propria reale essenza per assumere un significato simbolico. In varie civiltà di tutto il mondo rappresentava il passaggio all’età adulta, ma anche raderla poteva essere considerato virile, perché comunque un gesto da uomo. Ad essere un po’ più negativi, soltanto un segno di vecchiaia e trascuratezza…

La censura non c’è, ma si vede

Mafalda Censura

Nel 2015 l’Associazione mondiale della carta stampata e il Center for International Media Assistance hanno riportato una nuova forma di censura, definita “soft”. Riprendevano un altro rapporto, realizzato da Open Justice Initiative nel 2005, che descriveva un sistema di potere che influenza i media senza interdizione legale, censura o minaccia economica diretta. Esercitando, di fatto, una sorta di ricatto, di pressione psicologica…